Trieste – Piazza dell’Unità

Per iscrivervi al Gruppo cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi


 
Piazza dell'Unità (Google Maps)

 

UNITÀ D’ITALIA (piazza dell’)

Piazza dell’Unità: San Vito-Città Vecchia. Davanti al Municipio di Trieste, prospiciente il mare. C.A.P. 34121. L’ottocentesca piazza Grande venne ribattezzata «piazza dell’Unità» con delibera Giunta Municipale d.d. 11.11.1918 n. IX-4715-18, a ricordo della compiuta unità d’Italia con l’annessione di Trieste e di Trento. Con delibera Giun. Mun. n. 103 d.d. 21.4.1955 la denominazione venne modificata in quella di «piazza dell’Unità d’Italia». Tra le trasformazioni edilizie avvenute nell’ultimo secolo sono da segnalare la costruzione del palazzo della Luogotenenza (attuale palazzo del Governo), eretto tra il 1899 ed il 1904 su progetto dell’arch. E. Artmann e la ristrutturazione totale (con conservazione dei muri perimetrali) di casa Stratti, che ospita al pianterreno il Caffè degli Specchi, eseguita negli anni Sessanta (1968-1969). Al 1933 risalgono i nuovi pili portabandiera posti in fronte al mare (scul. A. Selva), mentre al 1970 risale la ricostruzione (in sito diverso dall’originario) della settecentesca fontana dei Continenti, demolita nel 1938. Da segnalare ancora la scomparsa del giardino che occupava metà della piazza (tra via dell’Orologio e il mare) fino al 1920, la ristrutturazione e l’arredamento delle sale di rappresentanza e della foresteria del Palazzo del Governo (arch. U. Nordio e A. Cervi, 1962-1963), la scomparsa (1920) di due interessanti fanali bronzei di forma muliebre (soprannominati Tinza e Marianza) già posti all’ingresso del Municipio (fusi nel 1876). Da segnalare, infine, il restauro di palazzo Pitteri (1987, prog. arch. Celli e Tognon) e della fontana dei Continenti (1989, arch. G. Pavan, scul. N. Spagnoli).

Bibliografia: A. Trampus, Vie e Piazze di Trieste Moderna, Trieste, 1989.

Un sentito ringraziamento va al Prof. Antonio Trampus, per aver acconsentito all'utilizzo dei suoi testi.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *