Trieste: Via del Collegio. Il collegio dei gesuiti.

Per iscrivervi al Gruppo cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi


Trieste: Via del Collegio. Il collegio dei gesuiti.
Foto Paolo Carbonaio
Trieste: Via del Collegio. Il collegio dei gesuiti.
I gesuiti si stabilirono a Trieste all’inizio del XVII secolo e nel 1620 iniziarono la loro attività di insegnamento nella città giuliana. In quegli stessi anni i padri gesuiti acquistarono diversi fondi e stabili urbani al fine di ottenere lo spazio necessario all’edificazione dei loro fabbricati. Nel 1627 ebbe inizio la costruzione della chiesa di Santa Maria Maggiore e dell’edificio destinato ad ospitare il collegio dei gesuiti. Un contributo importante fu quello dell’imperatore Ferdinando II che, a partire dal 1621, concesse una rendita perpetua di 600 fiorini annui per il futuro collegio. Nel 1695 il collegio era terminato. All’interno, spaziosi corridoi si alternavano a celle, i sotterranei si congiungevano con quelli della vicina chiesa. Nel 1750 nel collegio dei gesuiti fu aperta la scuola di lingua latina, grammatica e retorica e, nel 1753, la scuola di matematica e nautica. Nel 1773, a seguito della soppressione della Compagnia di Gesù, con la bolla pontificia di Papa Clemente XIV, il collegio venne dichiarato ducale. di seguito, nel 1781 l’edificio fu trasformato in caserma per i cannonieri venuti dalla Boemia. Poi, nel 1822, fu destinato a carcere criminale. L’immobile fu restaurato nel 1957. Negli anni Settanta lo stabile ospitava il convento dei Frati Minori Francescani di Santa Maria Maggiore. Attualmente l’edificio è di proprietà della Regione (da: biblioteche.comune)
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *