Il Castelliere di San Leonardo

Per iscrivervi al Gruppo cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi


Il Castelliere di San Leonardo

 

Uno de’ castellieri più rimarchevoli e per costruzione e per la sua posizione elevata (401 metri), d’onde si gode mia vista libera da ogni lato, é quello di S. Leonardo al disopra di Samatorza (T. Il, f. 6). Un vallo robusto circonda per 260 metri l’apice del monte, cui si annoda la cinta esterna, che si distende per 600 metri intorno al dosso sottostante. Questa cinta presenta, oltre due valli trasversali, venendo l’area rinchiusa divisa per tal modo in tre parti. Sul punto culminante scorgonsi le rovine di antica cappella dedicata al santo, d’onde il monte trasse il suo nome. I ripiani entro le cinte sono bene conservati e constano di terriccio nerissimo con numerosi cocci, tra i quali non rari gli anelli d’argilla. Una piccola grotta trovasi entro la cinta esterna e parecchie altre sono sparse nei dintorni, delle quali alcune abitate in antico, come la Grotta azzurra, dalla quale trassi una bella collezione di oggetti neolitici.

Tratto da: Carlo de Marchesetti, I castellieri preistorici di Trieste e della regione Giulia, in Atti del Museo civico di Storia naturale, Trieste 1903.