Trieste: via Alberto Bois de Chesne

Per iscrivervi al Gruppo cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi


Google Maps

BOIS DE CHESNE Alberto, via

Chiadino-Rozzol. Da via E. Pospichal a via G. Kugy. C.A.P. 34142.
Ad Alberto Bois de Chesne, «botanico e mecenate», il Comune di Trieste intitolò questa strada cittadina con Del. Cons. n. 475 d.d. 22.12.1964.
Nato a Trieste nel 1871 da famiglia originaria della Svizzera, Bois de Chesne, compiuti gli studi al Politecnico di Vienna con specializzazione in scienze forestali, continuò l’attività del padre che commerciava in legname.
Studioso di scienze naturali e di botanica in particolare, creò un orto botanico in Val Trenta e costituì una ricca collezione naturalistica corredata da un’attenta documentazione grafica e fotografica, materiale che poi donò al Civico Museo di Storia Naturale di Trieste. Amico dello scrittore J. Kugy, che fu suo ospite nell’orto botanico in Val Trenta (battezzato «Juliana» e perduto durante il II conflitto mondiale), Bois de Chesne fu autore di articoli scientifici in età giovanile e di alcune conferenze pubblicate sugli atti del «Deutscher und Oesterreichischer Alpenverein», sezione del Litorale. Pubblicò inoltre un articolo Juliana in Angewandte Pflanzensoziologie, Atti dell’Istituto di Fitosociologia della Carinzia (1951).
Morì a Trieste nel 1953

Bibliografia: A. Trampus, Vie e Piazze di Trieste Moderna, Trieste, 1989.

Un sentito ringraziamento va al Prof. Antonio Trampus, per aver acconsentito all'utilizzo dei suoi testi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *