Trieste – Piazza dei Foraggi

Per iscrivervi al Gruppo cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi


 
Piazza dei Foraggi (Google Maps)

 

FORAGGI (piazza dei)

Piazza dei Foraggi: Barriera Vecchia. Al termine di viale G. D’Annunzio. C.A.P. dal numero 1 al numero 4 e numero 9: 34138; numero 5 e numero 6: 34139; numero 7 e numero 8: 34137.

La denominazione indicava originariamente la piazza situata dietro la Caserma Grande, corrispondente all’incirca, oggi, a foro Ulpiano. Il toponimo era dovuto al fatto che lì si svolgeva il mercato dei foraggi, in particolare del fieno. Agli inizi del secolo il mercato venne trasferito in zona periferica, nella piazza odierna che dal 1910 assunse il nome di «piazza nuova di Foraggi» e poi, semplicemente, «piazza dei Foraggi». Con Delibera del Podestà d.d. 3.3.1934 il nome di piazza dei Foraggi venne modificato in quello di «piazza dei Caduti Fascisti», intitolazione soppressa con Delibera del Podestà d.d. 5.3.1938 allorché ne venne disposto il trasferimento all’attuale piazza San Giovanni. Risale al 1912 il gruppo di case dell’I.C.A.M. all’angolo viale D’Annunzio via Signorelli, un cui lato prospetta piazza dei Foraggi, sorto su terreni già appartenuti al barone Sessler. L’ampio caseggiato al numero civico 4, la cui facciata prospetta la piazza verso la galleria di Montebello, venne progettato nel 1926 per conto dell’I.A.C.P. dall’architetto U. Nordio.

Bibliografia: A. Trampus, Vie e Piazze di Trieste Moderna, Trieste, 1989.

Un sentito ringraziamento va al Prof. Antonio Trampus, per aver acconsentito all'utilizzo dei suoi testi.
Please follow and like us: