Trieste – Via Don Giovanni Bosco. Ponziana, maggio 1982

Via Don Giovanni Bosco. Ponziana, maggio 1982. Foto Giorgetti.
San Giovanni BOSCO, via, San Giacomo. Da passeggio S. Andrea a via Ponziana. 
Già via dei Lavoratori (dal 1901) per la vicinanza di questa via a diverse officine, ebbe nuova denominazione via Don Giovanni Bosco con Del. Pod. n. 262 d.d. 24.2.1934, completata allorchè Don Bosco venne proclamato Santo.
Giovanni Bosco nacque a Becchi nel 1815; ordinato sacerdote nel 184, aprì l'Oratorio di Valdocco (1846) per l'assistenza dei ragazzi poveri, fondò la congregazione dei salesiani e la congregazione delle figlie di Maria Ausiliatrice per l'assistenza e la formazione spirituale delle ragazze del popolo;
nel 1875-1876 fond. anche la Pia Unione dei Cooperatori. Dedicatosi alla cura delle missioni, mandò un gruppo di missionari in Patagonia nel 1875; autore di numerose opere di carattere popolare e divulgativo, pubblicò Il sistema preventivo nell'educazione della gioventù (1887) in cui presentata parte del suo pensiero di educatore. Morì a Torino nel 1888, venne beatificato nel 1929 e canonizzato nel 1934.
Le casette operaie in via dei Lavoratori, oggi via S. Giovanni Bosco, al n. tav. 66 vennero costruite nel 1898 (arch. G.B. Finetti e M. Mosco) per l'Istituto di Assicurazioni per gli infortuni nel lavoro; demolite nel 1983, al loro posto sono sorti moderni caseggiati dell'Istituto Autonomo Case Popolari (I.A.C.P.).
(Antonio Trampus - Vie e Piazze di Trieste Moderna, 1989)

______________

Giorgio Giorgetti (Trieste, 14 ottobre 1944 - 3 marzo 2014). Collezionista e fotografo per diletto.




Per iscrivervi al Gruppo Fb. cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi
Please follow and like us: