Trieste – Via Settefontane, ottobre 1981

Via Settefontane, ottobre 1981.
Foto Giorgio Giorgetti.
SETTEFONTANE, via delle, Barriera Vecchia. Da largo G. Sidney Sonnino a viale dell'Ippodromo. 
Denominazione entrata nell'odonomastica ufficiale nell'Ottocento, che ricorda il torrentello tributario del torrente del Farneto. Il toponimo è attestato
fin dal XIII sec. (cfr. a. 1222, contrada «de se fontanis») ed è documentato nei secoli successivi nelle forme variamente alternate Sefontanis o Sexfontanis e Septefontanis (attestato dall'a. 1301); ignota è la causa di tale alternanza. Fontana indicava, in questo caso, la sorgente; gli studiosi degli ultimi due secoli hanno discusso se le sorgenti fossero sei o sette, però senza risultati soddisfacenti. Troppo vaga l'ipotesi di Generini
(1884), cioè «che il nome di sette fontane non sia invalso che per corruzione volgare di sex fontanis», né persuase l'ipotesi di Marini (che i documenti dimostrano inesatta) secondo il quale «nel Settecento il dialetto veneto che subentrò a quello friulano interpretò "sis" equivalente a 'sette'».
In via delle Settefontane (angolo via G. Padovan) si trova la villa neoclassica sede del ricreatorio «G. Padovan». Sulla facciata è posta l'iscrizione: «QUI NACQUE / ADDÌ XXVII AGOSTO MDCCCXXXVI I GIGLIO PADOVAN I NEL DIALETTO DEL SUO POPOLO I NOBILE POETA I». Si trovava in via delle Settefontane una casa in stile neoclassico eretta su progetto dell'arch. M. Pertsch, demolita nel 1981.
(Antonio Trampus - Vie e Piazze di Trieste Moderna, 1989)

______________

Giorgio Giorgetti (Trieste, 14 ottobre 1944 - 3 marzo 2014). Collezionista e fotografo per diletto.




Per iscrivervi al Gruppo Fb. cliccate sull’immagine sottostante:

Gruppo Facebook Trieste di ieri e di oggi
Please follow and like us: